CAVI COASSIALI PER IMPIANTI TV

Analogico, digitale terrestre TV Sat
Se i cavi coassiali 75 Ohm hanno come denominatore comune il trasporto di segnali video, è bene rammentare che non tutti viaggiano alla stessa frequenza ma vengono allocati in tratti di banda differenti.
La norma Europea EN 50117 classifica l’idoneità dei cavi a seconda dell’impiego sia per ciò che riguarda i materiali idonei al rivestimento esterno che in termini di efficienza di schermatura.
Le raccomandazioni della norma EN 50117 prevedono:

Cavi da discesa d’antenna per uso interno ed esterno Gamma di frequenza da 5 – 1000 MHz
Tipologia d’impianto: TV analogico e digitale
Requisito: Cavi in classe A+ A B C

Cavi per da discesa d’antenna per uso interno ed esterno Gamma di frequenza da 5 – 3000 MHz
Tipologia d’impianto: TV SAT analogico e digitale
Requisito: Cavi in classe A+ A B C

Cavi per linee dorsali (primarie e secondarie) per uso interno ed esterno Gamma di frequenza da 5 – 1000 MHz
Tipologia d’impianto: TV analogico e digitale
Requisito: Cavi in classe A++ A+

CAVI COASSIALI SUPER SCHERMATI IN CLASSE A+ PER IMPIANTI TV (DTH – DTT – LTE)

La trasmissione di segnali LTE
L’evoluzione delle moderne tecnologie di comunicazioni mobili sono frutto delle insistenti richieste di un mercato sempre più esigente e attento ai processi di sviluppo al fine di assicurarsi maggiore flessibilità, competitività e velocità.
LTE (Long Term Evolution) rappresenta , ad oggi, la tecnologia più innovativa ed affidabile per la trasmissione di dati utilizzando infrastrutture già esistenti grazie ai ripetitori di telefonia mobile dislocati su tutto il territorio.
La tecnologia LTE risulta pertanto essere parte integrante dell’esistente tecnologia UMTS e ha per obiettivo l’incremento della velocità dei dati (100 Mbps DL – 50 Mbps UL), la riduzione dei tempi di latenza (5 ms), maggiore flessibilità della larghezza di banda (fino a 20 MHz) e riduzione dei costi.
Definita come tecnologia di quarta generazione 4G, consente trasmissioni multiple di dati paralleli verso più ricevitori in modo da migliorare le capacità di dati trasmessi verso il singolo utente per consentire l’ottimizzazione del rendimento dell’efficienza spettrale consentendo obiettivi prestazionali superiori.

La ricezione di segnali LTE
La ricezione e la distribuzione di segnali LTE in realtà non rappresenta particolari criticità a condizione che i cavi coassiali 75 Ohm utilizzati per la ripartizione dei dati siano in Classe A+ (EN 50117 per ciò che concerne l’efficienza di schermatura) e abbiano valori di SLR return loss > 30 dB (nelle frequenze comprese tra 5-3000 MHz).